martedì 8 dicembre 2015

Gregorio Nardi si aggiudica il XXXIII Premio Firenze per la Saggistica

Il volume di Gregorio Nardi, "Con Liszt a Firenze" - Vol. I : Il soggiorno di Franz Liszt e Marie d’Agoult negli anni 1838/1839, di LoGisma Editore, analizzato su questo Blog alla fine di luglio, ha fruttato all'autore, l'ambitissimo Premio Firenze 2015.
Nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, Gregorio Nardi ha vinto strameritatamente il XXXIII Premio Firenze - il Fiorino d'argento - nella sezione dedicata alla saggistica, con la seguente motivazione "Il saggio di Gregorio Nardi è particolarmente notevole perché descrive la figura del geniale musicista rievocandone gli anni giovanili con ricchezza di notizie, qualità di osservazioni, che consentono una conoscenza nuova di aspetti significativi dell'uomo, dell'artista e delle persone intorno a lui. Il libro ha inoltre il lodevole merito di illuminare la vita e gli ambienti di una Firenze ottocentesca spiritualmente ricca e viva, animata di personalità straordinarie, delle quali tutte l'autore, con acutezza di analisi, mette in evidenza le doti artistiche-musicali e la vasta, brillante cultura".

Segnalo l'occasione della vittoria al Premio Firenze perchè Gregorio Nardi, che ho conosciuto personalmente tempo fa, è davvero una persona unica nel suo genere: oltre che valente pianista, intelligente e acuto critico, è anche persona umanamente e culturalmente ricca!
E perchè il suo volume, che recensii qui, è un saggio veramente notevole: che mi ricordi uno dei più interessanti su Liszt, ed uno dei saggi migliori usciti negli ultimi anni.

P.D.P.

Nessun commento:

Posta un commento